È espressamente prevista una priorità per i collaboratori sportivi che nel periodo d’imposta 2019 non abbiano percepito compensi superiori a 10.000 euro complessivi.

COME SI PRESENTA LA DOMANDA

Tutte le dichiarazioni saranno compilate nell’ambito della piattaforma, attraverso cui dovranno essere allegati i seguenti documenti:

a)            fotocopia fronte/retro del documento di identità inserito nella domanda;

b)           copia del contratto di collaborazione o della lettera di incarico;

Solo in assenza della copia del contratto di collaborazione o della lettera di incarico, copia della quietanza relativa all’avvenuto pagamento del compenso nel mese di febbraio 2020.

La procedura prevede tre fasi:

•             la prenotazione: per prenotarsi è necessario inviare un SMS con il proprio Codice Fiscale al numero che sarà disponibile da martedì 7 aprile u www.sportesalute.eu, (leggi qui l’informativa relativa alla privacy). Dopo aver inviato l’SMS, si riceverà un codice di prenotazione e l’indicazione del giorno e della fascia oraria in cui sarà possibile compilare la domanda sulla piattaforma;

•             l’accreditamento: per accreditarsi è necessario disporre di un proprio indirizzo mail, del proprio Codice Fiscale e del codice di prenotazione ricevuto a seguito dell’invio dell’SMS;

•             la compilazione e l’invio della domanda: subito dopo l’accreditamento, sarà possibile accedere alla piattaforma, compilare la domanda, allegare i documenti e procedere con l’invio.

Ove la domanda sia completa e soddisfi tutti i requisiti, il contributo sarà erogato tramite bonifico bancario entro 30 giorni dalla ricezione della domanda, con priorità per i collaboratori che nell’anno 2019 abbiano percepito meno di 10.000 euro.

In attesa dell’attivazione della piattaforma, Sport e Salute attraverso il suo sito consiglia di:

•             caricare sul computer, tablet o telefono il pdf dei documenti che andranno allegati;

•             avere a disposizione i dati essenziali, tra cui: Codice Fiscale, recapiti di posta elettronica e telefonici, residenza e IBAN per l’accredito della somma;

•             disporre dei dati relativi alla collaborazione sportiva, tra cui: dati dell’ente sportivo, decorrenza, durata, compenso e tipologia della prestazione;

•             conoscere l’ammontare complessivo dei compensi sportivi ricevuti nel periodo d’imposta 2019 ( verificabili dalle CU ricevute) ;

•             verificare che sussistano tutti gli altri requisiti di legge richiesti (esempio: non avere diritto a percepire altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020, non essere pensionato, non essere co.co.co iscritto alla gestione separata INPS, non essere percettore del Reddito di Cittadinanza, etc.);

•             disporre del codice fiscale o della Partita Iva della Associazione/Società/Organismo Sportivo per cui si presta la collaborazione;

•             verificare, che l’Associazione o una Società Sportiva Dilettantistica, che sia iscritta al Registro del CONI; https://www.coni.it/it/registro-societa-sportive.html

Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a consultare le FAQ predisposte da Sport e salute.